In volo nella storia tra motori e piume (La Tribuna di Treviso)

0
64
Antonio Zuccon documenta le imprese dell’aviatore Zanardo a confronto con le cicogne di Fagagna. Singolare mostra a Conegliano
zanardo
(foto La Tribuna di Treviso)

“In volo nella storia con Giancarlo Zanardo e le cicogne di Fagagna” è l’insegna della mostra fotografica del trevigiano Antonio Zuccon, il fotografo dei piccoli borghi, che verrà inaugurata sabato 17 gennaio alle 17,30 nella Galleria Novecento di Palazzo Sarcinelli a Conegliano. In 110 immagini Zuccon (una laurea in matematica all’Università di Padova,l’approccio alla fotografia fin dal 1984 affermandosi subito con uno stile personale inconfondibile, tanto da essere considerato uno dei più poliedrici fotografi italiani) , rivela come il raffronto tra il mondo poetico delle cicogne si fonde quasi naturalmente con la passione, costanza e genialità dell’aviatore Giancarlo Zanardo che ha ridato fisicità al ricordo delle macchine alate, protagoniste delle storiche imprese di Francesco Baracca, del Barone Rosso e di altri “Cavalieri del Cielo” della Grande Guerra di cui, fra l’altro, riccorre quest’anno il centenario.

Nel 2011 il coneglianese Zanardo ha fondato la Jonathan Collection Aerei Storici Famosi , l’unico museo aeronautico che vola davvero, di cui è presidente. È di stimolante e suggestiva visione l’accostamento che Antonio Zuccon propone andando a pescare le cicogne bianche, elegantissimi trampolieri, che nidificano in comune di Fagagna sui colli orientali del Friuli, con le immagini del volo nei cieli delle creazioni di Giancarlo Zanardo, pilota per passione, con all’attivo oltre 2.500 ore di volo (e il radi in solitario di 5000 km attraverso tutta l’Italia), che ha costruito con le proprie mani fedeli riproduzioni di aerei d’epoca per la propria collezione di aerei storici famosi fra cui il Flyer dei fratelli Wright, il primo aereo al mondo che volò nel lontano 1903.

Quasi che avesse intuito nei voli lenti degli aerei e delle cicogne analogie che a occhio nudo magari non si riescono a cogliere, ma che l’obiettivo fotografico immortala proprio nel momento dell’analogia. Da un lato il rapporto con l’uomo instaurato da una delle specie dotate di ali dalla natura, dall’altro quello dell’uomo, dotato di ingegno tecnologico dalla natura, con l’universo del volo. Da ricordare che nel 2011 il museo nazionale della Fotografia di Brescia ha assegnato a Zuccon il premio quale “migliore fotografo italiano dei piccoli borghi”. L’inaugurazione della mostra prevedenaturalmente la presenza dell’autore e di Zanardo, con introduzione a cura di Roberto Tomadini e la presentazione dei giornalisti Paolo Coltro su “Gli Aerei Storici Famosi di Giancarlo Zanardo” e Nicola Cossar su “Le Cicogne di Fagagna”. La mostra sarà visitabile fino all’8 febbraio con orario 10.30 – 12.30 e 14.30-18.30. Chiuso il lunedì.

Informazioni: www.involonellastoria.it ; webartmostre@gmail.com e telefono 328 4851819 . (a.v.)