Il “russo” di Ravenna – La Spreta : lo Yak -11 D-FJII

image (4) OT

Dal nostro inviato. Testo e foto di Claudio Toselli

Da qualche tempo l’aeroporto La Spreta di Ravenna è divenuto la  “base operativa” di uno splendido warbird, lo Yak -11  D-FJII, che sicuramente vedremo “in action” nelle manifestazioni aeree che si terranno nel programma 2016 sia in Italia che all’estero.

image OT image (10) OT image (9) OTimage (5) OT Costruito nel 1952 nei laboratori Yakovlev, questo aeromobile è stato utilizzato dall’esercito egiziano. Fa parte di un lotto di aerei che è stato recuperato e portato dall’Egitto da Raymond Capel e Salis Aviation.

Arrivati in Francia con altre parti di ricambio, questo esemplare è stato acquistato e restaurato da Philippe Joyet, un caro amico di famiglia Salis, a Losanna, dove ha fatto il suo primo volo post-restauro nel 1994.
Ha fatto base a Lons fino al 2005 poi in Germania fino al giugno 2011, quando fu acquistato dalla famiglia Salis a La Ferté Alais.

Il primo prototipo, costruito dallo Yak 3, vola il 10 novembre 1945 e entra in servizio nel 1946. Il velivolo Yakovlev Yak-11 è stato utilizzato dalla Soviet Air Force e dei paesi dell’Europa orientale tra il 1947 e il 1962.
Un totale di 3859 esemplari sono stati prodotti tra il 1947 ed il 1956. Dal 1953, 707 esemplari sono prodotti anche dalla Cecoslovacca LET con denominazione C-11.

Lo Yak-11 e C-11 sono utilizzati da tutti i Paesi ex membri del Patto di Varsavia, così come in Africa, Medio Oriente e Asia.

image (2) OTNel 1982, su iniziativa di Alain Capel che ha scoperto l’esistenza di alcuni Yak 11 in Egitto e la possibilità di recuperarli, Salis Aviation ha negoziato con le autorità egiziane l’acquisizione del lotto. Con le risorse combinate di Jean Salis, Capel e Jacques Raymond Bourret, il contratto è stato firmato nel giugno 1983. E’ stato poi organizzando lo smontaggio delle macchine abbandonate nel deposito El Khanda nel Delta del Nilo, carico nei container, trasporto in camion al porto di Alessandria d’Egitto, e viaggio in nave fino a Marsiglia.

Si può dire che la maggior parte degli Yak 11 e Yak 3 (ricostruiti dagli Yak 11) in volo in Europa e USA provengono da questo lotto.

Le principali caratteristiche dello Yak-11 di Ravenna

Numero di serie: Y-5434
Apertura alare : 9,40m
Lunghezza : 8,50m
Altezza : 3,28m
Posti : 2
Massa a vuoto : 1900kg
Peso massimo : 2440kg
Motore :Shvetsov Ash-21 da 700 Hp. con compressore ed iniezione forzata.
Velocità di crociera : 370km/h
Velocità massima : 600 Km/h

(EdP-mb) 27 ottobre 2015