Il “Future Combat Air System” compie importanti passi avanti

Il Next Generation Fighter (NGF) nel programma FCAS - Foto: Dassault - Airbus

E’ l’avvio della fase dimostrativa per il sistema di combattimento aereo del futuro 

(Tempo di lettura: 02′:00″)

Parigi – Monaco. Il 13 febbraio scorso, i governi di Francia e Germania hanno assegnato a Dassault Aviation, Airbus e ai loro partner, MTU Aero Engines, Safran, MBDA e Thales, il contratto quadro iniziale (Fase 1A) che avvia la fase dimostrativa per il sistema di combattimento aereo del futuro (Future Combat Air System – FCAS). Questo contratto quadro copre un primo periodo di 18 mesi e avvia i lavori per lo sviluppo dei dimostratori e di tecnologie all’avanguardia, con l’ambizione di iniziare i test di volo nel 2026.  Dall’inizio del 2019, i partner industriali hanno lavorato sulla futura architettura del sistema nell’ambito di uno studio preliminare congiunto, il Joint Concept Study (JCS). Il programma FCAS entra così in un’altro decisivo step con l’avvio della fase  dimostrativa. Inizialmente, questa fase si concentrerà sulle principali sfide tecnologiche in ciascuna delle aree:
• Il Next Generation Fighter (NGF), ovvero la realizzazione di un aereo da combattimento di nuova generazione con equipaggio, abbinato a una serie di nuovi e potenziati armamenti, oltre a un sistema di droni (senza piloti) interconnessi a un Cloud di combattimento e integrati nel sistema FCAS, con Dassault Aviation come appaltatore principale e Airbus come partner principale, elemento centrale del sistema.
• Il sistema a guida autonoma Remote Carrier (RC) con Airbus come appaltatore principale e MBDA come partner principale.
• Il Combat Cloud (CC) con Airbus come appaltatore principale e Thales come partner principale.
• Il motore con Safran e MTU come partner principale.
Le società coinvolte svilupperanno congiuntamente un ambiente di simulazione per garantire la coerenza dei diversi dimostratori.
Il lancio della fase dimostrativa sottolinea la fiducia politica e la determinazione delle nazioni e delle aziende partner di FCAS a far progredire il programma in un clima di cooperazione equo ed equilibrato. Questo crescente slancio permette all’industria di impiegare le risorse e le capacità necessarie per sviluppare questo progetto strategico per la difesa europea. FCAS sarà il progetto chiave per garantire la futura leadership operativa, industriale e tecnologica dell’Europa.
Il prossimo importante passo del programma FCAS sarà l’integrazione della Spagna e il coinvolgimento di ulteriori fornitori a partire dalla Fase 1B, che sarà avviata dopo l’esito positivo della Fase 1A.

(Fonte: Ufficio Stampa AIRBUS)

EdP-mb