Il 7 marzo prenderà il via Marconi Express, la prima monorotaia a guida automatica per l’aeroporto di Bologna

Dopo l’ultima fase di pre-esercizio prenderà il via il People Mover, servizio di navetta veloce a guida elettrica completamente automatica su monorotaia tra la stazione centrale di Bologna e l’aeroporto Marconi. Il progetto ha richiesto un investimento di 125 milioni di euro

(Tempo di lettura: 05′:40″)

Bologna 21 gennaio 2020 – Il Marconi Express sarà la prima monorotaia in Italia a connettere la rete dell’Alta velocità ferroviaria con uno tra i primi 10 aeroporti nazionali per traffico di passeggeri. Collega infatti l’Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna (settimo scalo italiano con 9,4 milioni di passeggeri nel 2019) con l’Alta velocità e con il centro felsineo grazie al terminal presso la Stazione FS, centro nevralgico delle linee ferroviarie nazionali, dove ogni anno transitano oltre 50 milioni di passeggeri.
Questa mattina l’annuncio dell’avvio, previsto per il prossimo 7 marzo, durante la conferenza stampa tenutasi all’Aeroporto di Bologna, a cui hanno partecipato il presidente dell’Aeroporto di Bologna Enrico Postacchini, la Presidente di Marconi Express Rita Finzi, l’assessore alla Mobilità del Comune di Bologna Irene Priolo, l’assessore ai Trasporti della Regione Emilia-Romagna Raffaele Donini e il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.
Da domani parte l’ultima fase del pre-esercizio – ha spiegato la presidente di Marconi Express Spa, Rita Finziche, tra circa un mese, ci porterà al nulla osta all’esercizio e, poco dopo, all’apertura del servizio ai passeggeri. Con le nostre navette il sistema dell’Alta Velocità ferroviaria e il Marconi, uno dei principali scali italiani, in continua crescita come traffico e numero di passeggeri, si connettono attraverso un collegamento innovativo” (…) “Il People Mover è la prima monorotaia realizzata in Italia a guida completamente automatica ed elettrica – prosegue la presidente Finzi –, il grado di innovazione del progetto ha comportato un complesso e lungo percorso di confronto tra istituzioni e tecnici, ma ora siamo di fatto pronti. Abbiamo programmato l’avvio del servizio per il 7 marzo in modo da poter concludere in sicurezza il pre-esercizio e la sua formalizzazione.
Dopo l’approvazione del Regolamento d’esercizio e l’attuazione delle ultime prescrizioni richieste dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che ha determinato l’ottenimento della certificazione di agibilità dell’intero sistema da parte del MIT, nei giorni scorsi il personale addetto alla gestione del pre-esercizio ha superato positivamente gli esami di abilitazione. Domani, 22 gennaio, infatti, scatterà l’ultima fase del pre-esercizio, in cui le navette viaggeranno a vuoto lungo il tracciato dalla stazione all’aeroporto con frequenza e modalità analoghe a quelle del vero e proprio servizio passeggeri per circa 15 giorni. Concluso il pre-esercizio e ultimate le pratiche amministrative, verrà rilasciato il nulla osta all’esercizio (NOE) e il Marconi Express diventerà operativo sette giorni su sette, 365 giorni all’anno.

Il People Mover collega l’aeroporto Marconi alla stazione FS percorrendo in circa 7 minuti e mezzo il tracciato di 5 km, con una sopraelevazione media di 5 metri, quindi senza interferire col traffico stradale, a una velocità tra 40 e 70 km orari. Tutta la via di corsa è affiancata da una passerella di sicurezza, dalla quale i passeggeri possono essere evacuati in caso di emergenza, collegata a rampe di discesa ogni 250 metri. Presente a metà tragitto la stazione Lazzaretto, in cui è collocata la centrale operativa che governa tutto il sistema. Nelle ore di punta saranno effettuate 8 corse l’ora, con un’attesa media per i passeggeri di circa 4 minuti. Il sistema di 3 navette, ognuna da 50 posti, garantisce una capacità di trasporto di 570 passeggeri all’ora per direzione. Nella convenzione di concessione tra Comune di Bologna e Marconi Express SpA è previsto l’acquisto di un ulteriore veicolo non appena ve ne sarà l’esigenza in base alla domanda di servizio

Il biglietto ordinario con tariffa flex (utilizzabile entro 12 mesi dall’acquisto) avrà un prezzo di 8,70 euro. L’andata e ritorno flex costerà 16 euro, con ritorno da effettuare entro 30 giorni dall’andata. Possibile utilizzare il servizio anche per la sola tratta dalla stazione FS al Lazzaretto: in questo caso il costo sarà di 1,70 euro. Un sistema “antifurbi” impedirà a chi ha il biglietto per il Lazzaretto di proseguire verso l’aeroporto: il tagliando andrà infatti validato sia in entrata che in uscita. Il biglietto ordinario si potrà acquistare on-line (sul sito Marconiexpress.it), direttamente ai tornelli Pay&Go Contactless con carta di credito o con smartphone con tecnologia NFC, alle emettitrici automatiche presenti nelle stazioni del Marconi Express, sulle app del trasporto pubblico regionale “Muver” e “Roger” e presso le rivendite autorizzate. I biglietti per le famiglie costeranno 18 euro per la sola andata e 34 euro andata e ritorno: saranno validi per un massimo di 2 adulti e 3 ragazzi di età tra 5 e 16 anni compresi (il minimo è un adulto con un ragazzo), e potranno essere utilizzati solo nelle date scelte in fase di acquisto e nominativi.
Pagano meno anche i gruppi composti da almeno 10 persone: il prezzo sarà di 7 euro a persona, 14 euro nel caso di biglietto andata e ritorno. Anche i biglietti per i gruppi saranno utilizzabili nelle date scelte in fase di acquisto e si potranno comprare entro le ore 24 del giorno precedente il viaggio di andata.
I biglietti per le famiglie e quelli per i gruppi saranno acquistabili esclusivamente on-line e verranno spediti all’indirizzo e-mail indicato in fase di acquisto come PDF contenenti un QR-code per ciascun viaggiatore che consentirà l’accesso ai varchi. I bambini fino ai 4 anni compiuti viaggiano gratuitamente.

La Marconi Express SpA, costituita nel 2010 come soggetto concessionario, a seguito dell’aggiudicazione della gara bandita dal Comune di Bologna nel 2008 è la società di scopo nata per la progettazione, la costruzione e la gestione dell’opera in project financing ed è composta da Consorzio Integra Società Cooperativa (75%) e da TPER-Trasporto Passeggeri Emilia-Romagna (25%). La concessione avrà una durata di 40 anni a partire da giugno 2009, data di firma della “Convenzione di concessione”.
Il Marconi Express è un progetto che ha richiesto un investimento complessivo di circa 125 milioni di euro, per la maggior parte di origine privata, di cui 60 milioni sono stati finanziati dalle banche, 25 milioni sono stati apportati dai soci di Marconi Express, 13 dall’Aeroporto di Bologna (principale fruitore del servizio) e 27 sono di contributo pubblico regionale.
Per i primi 14 anni, il flusso di cassa – al netto dei costi di esercizio e di funzionamento della società – verrà utilizzato per il pagamento del debito con le banche. Una volta restituito il debito alle banche, i ricavi cominceranno a remunerare il capitale di rischio immesso dai soci, che potranno quindi iniziare a recuperare il proprio investimento.

(Fonte: Ufficio Stampa Marconi Express – Aeroporto di Bologna)

EdP-mb