Il 3° Reparto Volo della Polizia di Stato ospita Pollicino

0
108

Testo e foto di Claudio Toselli

dsc_0333

dsc_0346-copia-2dsc_0351dsc_0266 dsc_0292 dsc_0285Bologna, 11 dicembre 2016 – Il grande cuore dei ragazzi del 3° Reparto Volo della Polizia di Stato si è evidenziato anche oggi con l’apertura della base operativa all’aeroporto di Borgo Panigale, in favore dell’Associazione “Pollicino“, un’organizzazione ONLUS che ha lo scopo di aiutare il Pronto Soccorso e la pediatria d’urgenza dell’Ospedale Gozzadini di Bologna, nonchè soddisfare le esigenze dei bambini con malattie in fase acuta e di chi li assiste.

Onlus-Pollicino nasce nel 2013 e il Pronto Socorso pediatrico è un punto di riferimento per la citta’ di Bologna 24 ore su 24 a cui accedono ogni anno più di 22.000 bambini e ragazzi. All’interno del Gozzadini esiste una struttura complessa che si occupa dell’urgenza e  comprende oltre al Pronto Soccorso pediatrico e alcuni letti di Osservazione Breve, un Reparto di urgenza per i casi più complessi e che richiedono tempi lunghi.

Con l’aiuto di privati e di amici di “Pollicino” e con il supporto dell’Azienda Ospedaliera Universitaria  S.Orsola-Malpighi e l’U.O. di pediatria di urgenza è stato possibile acquistare numerose ed importati attrezzature, letti nonché effettuare corsi per istruttori di rianimazione cardiopolmonare e tanto, tanto altro. Questa organizzazione sanitaria del Policlinco S.Orsola si distingue in Italia e all’estero per la realizzazione di tre grandi progetti come il Centro Pediarico di Simulazione Avanzata che si occupa di insegnare e gestire le  esigenze pediatriche sperimentando le procedure su manichini robotizzati a grandezza naturale,  l’Area ad Alta Intensita’ Assistenziale, un’area pediatrica per casi complessi dove è possibile assitere in sicurezza i bambini e il Progetto “Camici Gialli”  che coinvolge i soci del Policlinico S.Orsola nell’attivita’ di volontariato.

Oggi “Pollicino” ha fatto festa: il grande hangar occupato solitamente  dagli  elicotteri della Polizia di Stato, si è trasformato in una sorta di Paese dei balocchi, con tanto di giochi, folletti, ristorazione, possibilità di salire su un grande elicottero e sedere in cabina  dove alcuni tenerissimi e disponibilissimi poliziotti spiegavano ai bambini e agli adulti le caratteristiche della macchina e poi al termine della giornata una grande lotteria con ricchi premi.

I piccoli ospiti hanno avuto anche la possibilità di vedere in anticipo l’arrivo di Babbo Natale e di un suo Folletto arrivati a bordo di un elicottero e ricevere dagli stessi dei piccoli doni.

(EdP-mb)