IL 102 FRA PRESENTE E PASSATO

0
85

IMG-20170915-WA0001E’ mattina presto e Monselice, luogo del ritrovo di tutti i soci del 102° Club Frecce Tricolori, e’ avvolta da una nebbia sottile , umida, fastidiosa che pero’ non scoraggia nessuno di questi indomiti “ragazzoni” che si apprestano a partire per una interessante visita conoscitiva abbastanza inconsueta. Questa volta nessun reparto militare ma  un non   meno interessante Ente: il Nucleo Elicotteri Vigili del Fuoco di Trento che svolge H24 una vitale attivita’  con elicotteri che vanno dal primo soccorso, operazioni di protezione civile, antivalanga, antincendio, trasporto materiali e persone per ogni necessita’ e altri innumerevoli servizi commissionati dalla Provincia Autonoma di Trento. Sotto un cielo azzurro contrariamente alle previsioni meteo annunciate,le porte del Nucleo elicotteri si aprono e l’accoglienza del Personale   e’ quanto mai disponibile e simpatica che si protrae per tutta la mattinata con la perfetta assitenza di un giovane PR  che con grande pazienza e competenza ha illustrato l’attivita’ giornaliera nonche’ le caratteristiche dei differeti tipi di elicotteri e le innumerevoli tipologie di missioni che vanno a svolgere.Prova tanfibile di questa attivita’ sono stati gli innumerevoli decolli d’urgenza a distanza di pochissimo tempo gli uni dagli altri, per far fronte a reali interventi di soccorso con gli equipaggi di volo al completo. Interessantissima anche la posibilita’ di aver portuto osservare la modernissima dotazione sanitaria di bordo la modernissima dotazione sanitaria a bordo degli elicotteri AW 139.Tutta questa organizzazione ruota  sempre sul perfetto gioco di squadra dove ciascun membro lavora per uno scopo comune ossia principalmente il salvataggio  di vite umane nonche’ contribuire alle varie necessità che la collettività richiede. Come sempre capita, quando l’atmosfera si fa sempre piu’ piacevole e familiare giunge il momento dei saluti perchè  bisogna partire per la seconda tappa non meno interessante; la visita a Base Tuono, situata a Passo Coe nel Comune di Folgaria dove il visitatore viene proiettato ai tempi della cosiddetta”guerra fredda” visitando una ex base dell’Aeronautica Militare di Intercettori Teleguidati Nike Hercules, come era strutturata e organizzata in quei tempi di contrapposizione militare e ideologica  fra i due blocchi NATO e Patto di Varsavia. Base Tuono inaccessibile per qualsiasi forma di informazione a quei tempi come pure la catena di altri siti identici in tutta Europa, doveva  contrastare eventuali attacchi aerei da parte di bombardieri  dei Paesi del Patto di Varsavia armando gli Hercules sia con testate convenzionali che nucleari. Attiva dal 1966 al 1977 era affidata al 66°Gruppo I.I. (Intercettori teleguidati) ed era composta da una area di lancio e da una di controllo  posizionate a grande altezza sulle cime montuose circostanti. Dopo il totale cambiamento politico-geografico  con la caduta del comunismo e per la sparizione di nazioni prima esistenti e per lo smembramento dell’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS/SSSR) e dopo accordi internazionali ,molti armamenti e le relative basi si rivelarono non piu’ necessari e quindi furono dismessi come pure questa catena missilistica europea fra cui anche Base Tuono e le altre simili in Italia per lo piu’ dislocate nella Regione Veneto e i sistemi d’arma furono demoliti. Per non disperdere un patrimonio della della storia moderna il Comune di Folgaria in accordo con l’Aeronautica Militare e con il patrocinio della Fondazione Museo Storico del Trentino e con il supporto della Provincia Autonoma di trento, ha riallestito la sezione “Alpha” della ex Aerea di Lancio proponendola ad appassionati e al pubblico come testimonianza unica rimasta in Europa della “Guerra Fredda” che fra la fine della 2^ Guerra Mondiale  e il 1989 con la caduta del Muro di berlino tenne il mondo sull’orlo di una guerra nucleare.

DSC_0203 DSC_0229 DSC_0121IMG-20170915-WA0015

Nuvole basse e minacciose appaiono scavalcando le cime attorno a Base Tuono invitando il 102° Gruppo Frecce Tricolori al rientro “alla base” di Monselice che ha confermato ancora una volta il pieno successo delle visite organizzate sempre con impegno dal Direttivo e la bellezza di trascorrere una giornata in serenita’ fra tutti i Soci.

Claudio Toselli