Dipartimento Protezione Civile e Anci: strategico il sostegno ai comuni

Primo incontro a Roma tra il Capo Dipartimento Fabrizio Curcio e il presidente ANCI BrunoValentini

Ilm Capo Dipartimento della Protezione Civile, Ing. Fabrizio Curcio (foto Protezione Civile)
Il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Ing. Fabrizio Curcio (foto Protezione Civile)

Si è svolto il 20 maggio scorso a Roma, presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile, il primo incontro tra il Capo Dipartimento, Fabrizio Curcio, una delegazione dell’ANCI guidata da Bruno Valentini, sindaco di Siena e presidente della Commissione Territorio e Protezione Civile dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, e Paolo Masetti, sindaco di Montelupo Fiorentino, subdelegato ANCI alla protezione civile.

«Protezione civile significa prima di tutto territorio, territorio significa comunità: questo è il motivo che rende strategico e di fondamentale importanza il rapporto tra il Dipartimento e ANCI – ha detto l’Ing. Fabrizio Curcio -. Dobbiamo proseguire – ha aggiunto il Capo del Dipartimento – nell’impegno avviato ormai da alcuni anni, quando venne firmato il primo Protocollo d’intesa, rafforzando le sinergie che già oggi ci sono, affrontando insieme i temi comuni e riconoscendo nella loro pienezza responsabilità e competenze dei sindaci. Il Sistema di protezione civile nel suo complesso deve essere a loro supporto».

L’incontro, in particolare, è stato l’occasione per fare il punto della situazione sui progetti avviati e sul percorso da portare avanti, con particolare riferimento alle iniziative mirate al supporto alla pianificazione comunale di protezione civile, anche in vista dell’imminente rinnovo del Protocollo d’intesa – firmato a maggio 2013 e di durata biennale – tra Dipartimento e Anci.

«Dobbiamo sollecitare e aiutare i Comuni nel decisivo lavoro di redazione dei piani di emergenza sui territori che amministrano – ha sottolineato il sindaco Bruno Valentini -. Noi vogliamo individuare insieme il percorso migliore che guidi i sindaci nel tradurre la propria consapevolezza in merito ai rischi esistenti sul territorio in strumenti utili ed efficaci al servizio delle comunità. Vorremmo che i piani fossero partecipati e che i sindaci venissero coinvolti e supportati dall’intero sistema non solo nelle emergenze ma ancora di più in ordinario, quando ci si deve preparare».

È stata proposta, inoltre, l’istituzione di una rete di delegati regionali in materia di protezione civile di ANCI: «È una rete – ha evidenziato il sindaco Paolo Masetti – che sia di supporto ai sindaci, nel rapporto con le Regioni e che serva a rafforzare ancora di più i legami tra le diverse componenti e strutture operative del complesso sistema di protezione civile sul territorio».

(Ufficio Stampa  Dipartimento della Protezione Civile) 20 maggio 2015

(EdP-mb)