AW HH-101A 15-12… il “Caesar” grigio

Testo e foto Claudio Toselli

(Tempo di lettura: 01′:30″)

Proveniente in volo dalla sede inglese della AgustaWestland situata a Yeovil nella contea del Somerset, il 29 gennaio scorso è giunto alla base di Cervia, sede del 15° Stormo CSAR dell’Aeronautica Militare, il primo HH-101A “Caesar”, matricole 15-12, con la nuova colorazione grigio NATO, adottata di recente pare per ovviare a problemi di surriscaldamento che presenterebbe quella scura che attualmente caratterizza gli HH-101A italiani.

HH-101A “Caesar”, con la nuova colorazione grigio NATO

Elicottero di ultima generazione è in grado di svolgere una grande quantità di ruoli; dal tipico volo tattico a bassissima quota, al supporto aereo alle operazioni speciali, all’intercettazione di piccoli velivoli lenti o slow mover inteceptor, recupero di persone  sia militari che civili o Personal Recovery che si trovano in situazioni di pericolo o difficoltà in aree di crisi. Oltre a queste caratteristiche l’HH-101A offre all’equipaggio un’alta capacità di sicurezza nelle operazioni in zone ostili grazie a un sistema integrato di autoprotezione,  come pure  la capacita’ di galleggiamento offrendo notevoli garanzie in caso di ammaraggio forzato o di emergenza. Il raggio di azione è inoltre ampilato  con la capacità di rifornimento in volo. I “Caesar” sono  anche in grado di ospitare a bordo un equipaggio di 5 persone oltre a 20 soldati totalmente equipaggiati, oppure 6 membri di equipaggio e 8 soldati per operazioni speciali.

HH-101A con la colorazione dell’A.M.

Il primo elicottero entrò a far parte dell’Aeronautica Militare sostituendo l’HH-3F “Pelican” nel febbraio 2016 e determinò un notevolissimo salto di qualità in termini di capacità sia per le operazioni sia in Patria sia per quelle all’estero in condizioni difficili. Nel febbraio 2016 l’HH-101A ha raggiunto la piena operatività sulla base dei Cervia e dal 30 ottobre 2018  i “Caesar” fanno parte del ricostituito 23° Gruppo Volo che fino al 2010 operava con i velivoli F-16 ADF per garantire la difesa dello spazio aereo nazionale, ma da quella data i “Veltri” sono stati dotati di aeromobili molto differenti di ultimissima generazione che fanno del 15°Stormo, una componente in grado di gestire con successo le situazioni di emergenza più complesse grazie, ad esempio, alla capacità d’impiego di giorno, di notte e in condizioni meteo marginali. 

(Edp-mb)