Al “Cristoforo Colombo” di Genova i controlli di sicurezza diventano smart

Aeroporto di Genova (foto Aerop. Genova)
Aeroporto di Genova (foto Aerop. Genova)
Aeroporto “Cristoforo Colombo” di Genova (foto Aerop. Genova)

Più sicurezza, monitoraggio costante dei tempi di accesso e semplicità d’uso: sono questi i vantaggi dei nuovi cancelli automatici per la lettura delle carte d’imbarco entrati in funzione questa mattina all’Aeroporto di Genova. I due varchi, completamente automatizzati, consentono di accedere al percorso che porta ai controlli di sicurezza con il semplice passaggio del codice a barre della carta d’imbarco. Il sistema ottico di lettura funziona sia con le carte d’imbarco stampate sia con quelle a inviate dalle compagnie aeree su smartphone e tablet.

Una volta ai varchi di sicurezza, un addetto scansiona nuovamente la carta d’imbarco, consentendo di registrare in tempo reale il tempo d’attesa effettivo del passeggero. La doppia lettura rappresenta un’ulteriore elemento di sicurezza, riservando l’accesso all’area dei controlli solo alle persone munite di una carta d’imbarco.

Per assistere i passeggeri in partenza dall’Aeroporto di Genova, a partire da oggi e per tutta la settimana è prevista la presenza costante di un addetto che presidierà la zona dei gate automatizzati.

I nuovi cancelli automatizzati non sono l’unica novità del Cristoforo Colombo, che prosegue nel suo programma di ammodernamento del terminal, che nei prossimi anni porterà a un ampliamento dell’aerostazione di oltre 6.000 metri quadrati. Tra gli interventi più recenti: le nuove porte di accesso al terminal, i nuovi arredi nell’area di accoglienza per le persone disabili, i tablet nella lounge “Sala Genova”, la sostituzione delle sedute, il rifacimento delle toilette al ritiro bagaglio e alle partenze Schengen.

A proposito dell’Aeroporto di Genova

Aeroporto di Genova S.p.A. è la società di gestione dell’aeroporto “Cristoforo Colombo”. Realizzato su una penisola artificiale costruita negli anni ’50 e inaugurato nel 1962, l’aeroporto di Genova è lo scalo di riferimento della Liguria e del Basso Piemonte e può contare su un bacino d’utenza di oltre 1,6 milioni di residenti. Il terminal, inaugurato nel 1986, entro il 2020 sarà oggetto di un intervento di ampliamento e ammodernamento per un investimento in totale autofinanziamento di circa 14 milioni. Nella prima metà del 2017 è previsto il completo rifacimento della “Sala Genova”, che sarà ribattezzata “Genova Lounge”.

Aeroporto di Genova S.p.A. è uno degli stakeholder del progetto GATE, cofinanziato dall’Unione europea, che prevede la realizzazione di un collegamento diretto tra il terminal e la vicina ferrovia. Grazie al collegamento con la principali città italiane e molti dei più importanti hub europei, partendo dal Cristoforo Colombo è possibile raggiungere oltre 400 destinazioni con un solo scalo. Nel 2015 l’aeroporto ha registrato 1.363.240 passeggeri, con un aumento del 7,5% rispetto all’anno precedente. Dall’aprile del 2017 l’Aeroporto di Genova sarà la nuova base della compagnia aerea Volotea.

(Fonte: Ufficio Stampa Aeroporto di Genova, 28 novembre 2016)

(EdP-mb)