Aeroporto “G.Marconi” di Bologna: il via al nuovo Covid test point

La presentazione alla stampa del Covid Test Point (foto: Aeroporto "G.Marconi" di Bologna)

A disposizione di tutti i passeggeri e per la comunità aeroportuale
Gestito da Air Medical in convenzione con Azienda Usl di Bologna, offre un servizio a pagamento di tamponi rapidi antigenici e tamponi molecolari

 

Prosegue l’impegno dei responsabili dell’Aeroporto di Bologna per garantire la sicurezza sanitaria dei passeggeri e della Comunità aeroportuale. Dopo essere stato il primo scalo in Europa ad ottenere l’ACI Airport Health Accreditation, il riconoscimento dato dall’associazione mondiale degli aeroporti per le procedure sanitarie introdotte a seguito della pandemia Covid-19, il Marconi ha aperto ieri, 7 aprile, il nuovo Covid Test Point a disposizione di tutti i passeggeri e dei lavoratori della comunità aeroportuale, su base volontaria e a pagamento.
Il punto tamponi è stato presentato ieri alla stampa dall’Amministratore Delegato dell’Aeroporto di Bologna Nazareno Ventola, dal Direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica della Ausl di Bologna Paolo Pandolfi e dall’Amministratore di Air Medical Francesco Reggiani. Realizzato in convenzione con l’Azienda Usl di Bologna e con Air Medical – azienda con grande esperienza nel settore aviomedicale, già attiva presso l’Aeroporto di Torino – il nuovo Covid Test Point va incontro alle richieste di tutti quei passeggeri in arrivo o in partenza che, sulla base delle disposizioni dei vari Paesi, devono fornire certificazioni che attestino la negatività al Covid-19, con test a 72, 48 o 4 ore dal viaggio ed è disponibile anche per tutti gli operatori aeroportuali del Marconi, con specifiche convenzioni.
Il servizio offre ai passeggeri due opzioni di test: il tampone rapido antigenico (con esito in 15 minuti, costo: 40 €) e il tampone molecolare PCR (con risposta in 24/36 ore, 100 €). L’esito del test può essere ritirato in formato cartaceo, oppure ricevuto in formato digitale, sempre in doppia lingua italiana ed inglese.
In caso di risultato positivo al test rapido, il passeggero ha la facoltà di scegliere se effettuare immediatamente il tampone molecolare a pagamento, oppure rivolgersi al sistema sanitario di riferimento. Sulla base della convenzione sottoscritta con la Ausl di Bologna, Air Medical trasmetterà i campioni dei test molecolari ai laboratori autorizzati dalla Regione Emilia-Romagna, per la processazione e refertazione. Gli esiti di tutti i test eseguiti presso il Covid test Point dell’Aeroporto, inoltre, saranno inseriti nella piattaforma SOLE (la rete informatica che collega le strutture sanitarie della Regione Emilia-Romagna) e quindi disponibili anche sul Fascicolo Sanitario Elettronico del passeggero, se cittadino residente in Emilia Romagna.
Il nuovo punto tamponi, per tutti i passeggeri, sarà aperto tutti i giorni con orario 8.00 – 13.00 e 14.00 – 19.00 ed è posizionato in un’area attrezzata all’esterno del Terminal e in prossimità del Piazzale dei Servizi – Area Bus, facilmente raggiungibile dai Parcheggi P1-2 e P3 dell’aeroporto.
Per accedere al servizio è fortemente consigliata la prenotazione, soprattutto in caso di passeggeri in partenza per evitare ritardi all’imbarco, ma è possibile presentarsi anche direttamente allo sportello accettazione, con congruo anticipo. La prenotazione va fatta compilando il modulo di pre-registrazione disponibile sul sito di Air Medical: https://airmedicalservice.eu/cal/
Il nuovo Covid Test Point è una evoluzione del servizio attivato in aeroporto a fine gennaio per i soli passeggeri in partenza per Amsterdam, che per disposizione del governo dei Paesi Bassi erano tenuti a presentare all’imbarco l’esito di un tampone rapido effettuato nelle quattro ore precedenti la partenza.

(Fonte e foto: Ufficio Stampa Aeroporto “G.Marconi” di Bologna)
EdP

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here