Aeroporto di Bologna: intercettato oro non dichiarato

Must Read

I lingotti intercettati dal personale delle Dogane e della Guardia di Finanza (foto: ADM – GDF)

IN BREVE

Bologna – Prosegue, senza soluzione di continuità, l’attività di contrasto agli illeciti economico-finanziari attuata, attraverso uno strutturato piano d’azione, dalla Guardia di Finanza e dall’Agenzia delle Accise Dogane e Monopoli nell’ambito dello scalo aeroportuale di Bologna. Nei giorni scorsi, nelle maglie del dispositivo di controllo attuato, è finito un cittadino di nazionalità rumena che stava per esportare lingotti d’oro per un valore pari a circa 400.000 Euro, come attestato dalle fatture che lo stesso portava al seguito, in violazione della normativa del mercato dell’oro. Nello specifico, il passeggero non aveva preventivamente dichiarato l’operazione di esportazione dell’oro all’UIF. Infatti, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, della Legge n. 7/2000, il trasferimento di oro da o verso l’estero per un valore pari o superiore € 12.500 è soggetto all’obbligo di preventiva dichiarazione all’Unità di Informazione Finanziaria. L’omissione di tale adempimento determinerà in capo al trasgressore il pagamento di una sanzione dal 10 al 40% dell’importo non dichiarato. Gli operanti hanno proceduto al sequestro di  sei dei quattordici lingotti, considerati quali garanzia per il pagamento della dovuta sanzione al Ministero dell’Economia e delle Finanze.

(Fonte e foto: ADM Agenzia delle Accise Dogane e Monopoli DT VI EMILIA ROMAGNA E MARCHE – Comando Provinciale Guardia di Finanza di Bologna)
EdP-mb

- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest News

ITA Airways e Federazione Italiana Giuoco Calcio insieme per far volare in alto le Nazionali Azzurre

Il primo A350 di ITA Airways  (foto repertorio - Ⓒ ITA Airways) Firenze – Si è svolta il 22...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img