A FlyOzzano, la IIIª edizione di “Le tecnologie dimenticate”

(Tempo di lettura: 02′:30″)

Open Day dei mezzi e materiali storici ed esposizione materiali all’aviosuperficie di Ozzano Emilia

Testo e foto di Claudio Toselli

Nelle giornate del 17 e 18 Ottobre 2020, un grande hangar dell’Aviosuperfice FlyOzzano (LIKO) a Ozzano Emilia, in provincia di Bologna,  ha accolto – nel pieno rispetto della normativa anti Covid-19 – la IIIª edizione di “Le Tecnologie Dimenticate”, Open Day dei mezzi e materiali storici ed esposizione materiali, comprendente due gruppi di living history e di ricerca sulla uniformologia alleata, principalmente americana, nella seconda guerra mondiale: il Gruppo di rievocazione storica “Olive Drab” di Genova, nato nel 2015, che raccoglie figuranti e appassionati di storia del 2° Conflitto Mondiale e il Gruppo “Overlord ’44” che anch’esso si ispira alla raccolta di uniformi e materiali alleati coinvolti nelle operazioni d’invasione della Normandia, annoverando rievocatori con uniformi relativi ai molti corpi coinvolti in questo evento storico. Altro punto perseguito è quello più prettamente storiografico, dove la ricerca verte su usi, oggetti personali, musica, ballo e moda civile, per rappresentare non soldati, ma uomini vissuti in anni tragici.
I gruppi di appassionati hanno quindi presentato oggettistica e attrezzature varie, assolutamente originali, in dotazione all’USAAF, la United States Army Air Force, denominazione che l’Aviazione americana, al tempo parte dell’Esercito americano (US Army) ricoprì dal 1941 al 1947 per poi diventare l’attuale USAF (United States Air Force), fra cui una camera oscura portatile per lo sviluppo sul campo di materiale fotografico, cineprese e macchine fotografiche, un paracadute completo di accessori, numerosi dispositivi per la navigazione aerea dell’epoca, una macchina che produceva le piastrine di riconoscimento dei soldati nonché attrezzature originali di cucina da campo che con queste è stato preparato da parte di “Olive Drab”, un vero e proprio pranzo rievocando quello che effettivamente i soldati alleati avevano a disposizione nella realtà. Ovviamente anche i membri dei due Gruppi di rievocazione storica hanno indossato divise originali di piloti e personale di terra dell’USAAF con vari gradi nonché della Military Police o “MP” non altro che il corpo che esercita l’attività di polizia all’interno di una forza armata con il compito di prevenire e reprimere i reati militari.
L’esposizione ha compreso anche la fotografia legata all’aviazione, aerofotogrammetria e ricognizione, proiezione di filmati originali d’epoca con un proiettore anch’esso d’epoca, nonché un’interessante rassegna di pubblicità a tema aeronautico degli anni ’40.
La mostra statica esterna ha compreso, nella giornata del 17, un’esposizione di auto d’epoca che ha visto ammiratissima una vettura De Soto originale del 1939, un marchio automobilistico statunitense attivo tra il 1928 e il 1961 che faceva parte del gruppo Chrysler e la serata dello stesso giorno è stata allietata dalle musiche del complesso “P-51 Airplanes” che ha interpretato brani dell’epoca e rock’n’roll mentre il giorno successivo ha visto l’arrivo di velivoli storici appartenenti a privati.

(Un click per ingrandire le immagini)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here