Oggi:

  • Palombari Comsubim 472x Foto M.M. lattivita-di-bonifica-del-comsubin_1.jpg_650

    Marina Militare: i Palombari del Comsubin in supporto alla sicurezza del G7 sono intervenuti per neutralizzare 31 ordigni esplosivi

    0

    Bonificati ordigni esplosivi residuati bellici nelle acque antistanti Taormina I Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) della Marina Militare in supporto al dispositivo della Sicurezza per il G7, hanno concluso le operazioni di rimozione e neutralizzazione di 31 ordigni residuati bellici rinvenuti durante le attività di messa in sicurezza delle acque e dei siti, attraverso l’impiego di assetti C-IED – Counter Improvised Explosive Device – per la ricerca e la bonifica di ordigni esplosivi in ambiente marittimo e subacqueo. Nella mattina di oggi, 28 maggio, sono stati distrutti a mezzo “brillamento” tutti gli ordigni rinvenuti, riconosciuti come proiettili di piccolo e medio calibro di fabbricazione tedesca, risalenti alla Seconda Guerra Mondiale. Le operazioni condotte dai Palombari, svolte con la massima cautela, hanno permesso di riconoscere gli ordigni inesplosi, ma ancora pericolosi, di rimuoverli dal fondale e di rimorchiarli in un’area di sicurezza individuata dalla locale Autorità Marittima, dove sono state portate a termine le procedure per la distruzione. In occasione del Summit, la componente aereo navale della Guardia di Finanza, responsabile della sicurezza a mare dell’evento entro le 12 miglia, ha affidato il coordinamento delle attività subacquee ai Palombari del GOS, che già in passato in occasione di diverse esercitazioni...

  • Dogane venezia TLE472x320 zoom

    Aeroporti: attività dell’Agenzia delle Dogane in collaborazione con la Guardia di Finanza

    0

    Come  di consueto pubblichiamo la sintesi delle più recenti attività a contrasto di violazioni e traffici illeciti, svolte in alcuni scali aeroportuali, dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza. 26 maggio 2017, Aeroporto di Bologna – Sequestrate oltre 20mila etichette riportanti noti marchi Nell’ambito dei controlli finalizzati al contrasto di traffici illeciti, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Bologna, Sezione Operativa Territoriale Aeroporto, con l’ausilio dei militari della Guardia di Finanza, hanno fermato, presso l’Aeroporto “G. Marconi” di Bologna, due viaggiatori, provenienti dal Senegal, con scalo a Casablanca in Marocco, in possesso di oltre ventimila etichette riportanti noti marchi. I loghi, destinati all’industria del falso, erano pronti per essere applicati su altrettanti capi di abbigliamento, in violazione della normativa a tutela della proprietà intellettuale. I passeggeri non sono stati in grado di produrre idonea documentazione comprovante l’originalità della merce. 26 maggio 2017, Aeroporto “Marco Polo” di Venezia Tessera – Sequestro di circa 230 Kg di tabacchi lavorati esteri Nell’ambito delle attività di contrasto ai traffici illeciti, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Venezia in servizio presso l’aeroporto “Marco Polo” di Tessera, hanno scoperto con la collaborazione dei militari della Guardia...

  • DSC_0192

    Spotter inglesi a Bologna al 3° Reparto Volo Polizia di Stato

    0

    Testo e foto di Claudio Toselli Oggi 10 maggio 2017, un folto numero di spotter inglesi è arrivato organizzatissimo su due minibus noleggiati appositamente, in visita al 3° Reparto Volo della Polizia di Stato di Bologna. Accolti con la cordialità che sempre  contraddistingue il personale della Polizia di Stato sono stati accompagnati in sala briefing dove è stata loro illustrata l’attività del reparto che successivamente ha esposto i propri elicotteri per le riprese fotografiche ed offerto agli ospiti un simpaticissimo e graditissimo rinfresco di benvenuto a base di pizza e pasticceria dolce. A conclusione della visita è stato donato agli ospiti un bellissimo crest con le insegne del reparto. Il gruppo terminerà il viaggio in Italia fra qualche giorno, dopo aver visitato alcuni centri dell’Aeronautica Militare, Polizia di Stato e Guardia di Finanza. Nell’ambito spotteristico aeronautico ha preso molto piede questo tipo di  viaggio organizzato per gli appassionati del settore che anzichè  organizzarli e/o farli individualmente si affidano ad agenzie preposte che organizzano in toto le visite occupandosi dei permessi per visitare i reparti militari delle nazione scelte, degli eventuali visti, delle prenotazioni per i biglietti aerei, del pernottamento e di tutto il resto,  dietro ovviamente un compenso che, tutto...

  • dogane-20161104-napoli

    Attività dell’Agenzia delle Dogane e Guardia di Finanza in aeroporti e porti italiani

    0

    Come di consueto, pubblichiamo la sintesi delle più recenti attività a contrasto di violazioni e traffici illeciti svolte in alcuni scali aeroportuali e portuali italiani, dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza. 14 aprile 2017 – Ufficio Dogane Aeroporto di Bergamo Orio al Serio . Scoperta valuta non dichiarata Nel corso dell’attività di contrasto agli illeciti valutari, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Bergamo, in servizio presso la Sezione Operativa Territoriale di Orio al Serio hanno individuato, in due diversi controlli e con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza, denaro non dichiarato per un importo complessivo di 138.500 Nel primo caso si è trattato di 73.500 euro, in banconote di vario taglio, in possesso di un passeggero di nazionalità romena, residente in Italia, in uscita dal territorio nazionale. Nel secondo, 65.000 euro, sempre in banconote di vario taglio, che erano in possesso di un passeggero croato in partenza dall’Italia. Nel rispetto della normativa valutaria, che stabilisce l’obbligatorietà della dichiarazione in dogana per i trasferimenti di denaro contante, pari o superiori a 10.000 euro, si è provveduto a sequestrare il 50% della somma eccedente per un totale, rispettivamente, di...

  • dogane seq euro catania

    Aeroporti: attività dell’Agenzia delle Dogane in collaborazione con Guardia di Finanza e Carabinieri

    0

    Come di consueto, pubblichiamo la sintesi delle più recenti attività a contrasto di violazioni e traffici illeciti svolte in alcuni scali aeroportuali italiani, dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza e dei Carabinieri. 23 marzo 2017 – Aeroporto Fontanarossa di Catania – Scoperta Valuta non dichiarata Nell’ambito delle attività di controllo finalizzate al contrasto degli illeciti valutari, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Catania in servizio presso la sezione operativa territoriale Aeroporto di Fontanarossa (CT) hanno scoperto, in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza, valuta non dichiarata per un valore complessivo di 80.670 euro. La valuta, in banconote di vario taglio, è stata rinvenuta durante i controlli effettuati nei confronti di un passeggero di nazionalità ghanese in uscita dal territorio nazionale. Nel rispetto della normativa valutaria, che stabilisce l’obbligatorietà della dichiarazione in dogana per i trasferimenti di denaro contante pari o superiori a 10.000 euro, si è provveduto a sequestrare il 50% della somma eccedente per un totale di 35.350 euro. 22 marzo 2017  – Aeroporto di Ciampino – Sequestrate 4mila batterie per telefoni cellulari I funzionari dell’Ufficio Viaggiatori e Antifrode delle Dogane di Roma 1, in servizio...

  • Dipendente Sac Service Bomba Disinnescata

    Aeroporto di Catania: addetto alla security trova bomba a mano disinnescata in un pacco postale per gli States

    0

    SAC, società di gestione dello scalo di Catania, ha informato che nel corso di un controllo di routine sulla posta in partenza per Roma dall’aeroporto di Catania, sono state individuate dal personale SAC Service una bomba a mano, disinnescata ma carica di esplosivo, e una cartucciera con proiettili vuoti. Il pacco postale, in partenza su un volo misto (merci/passeggeri) diretto a Roma Fiumicino, proveniva dalla base USA di Sigonella ed era stato consegnato al Terminal merci dello scalo Fontanarossa da uno spedizioniere. Il pacco postale era diretto negli Stati Uniti. L’episodio si è verificato nelle prime ore del pomeriggio di 22 marzo scorso, e ha comportato la sospensione delle attività del terminal merci per le necessarie operazioni di bonifica da parte delle unità cinofile e degli artificieri della Polizia di Stato e in presenza della Guardia di Finanza. Ad accorgersi della presenza della bomba a mano e della cartucciera è stato un addetto alla sicurezza di SAC Service, Giovanni Calabretta, 41 anni (ritratto nella foto SAC), cui non è sfuggita l’inequivocabile silhouette dei due oggetti, che rientrano nella lista degli articoli proibiti a bordo (in stiva o in cabina). Individuato il pacco sospetto e il suo contenuto, l’addetto lo ha...

  • checkin p.d.Michael Gaida Pixabay

    Riunione del CISA, il Comitato Interministeriale Sicurezza Trasporti Aerei e Aeroporti

    0

    Al momento, alla luce delle attuali informazioni, non verranno adottate in Italia restrizioni nell’imbarco in cabina di dispositivi elettronici Nella mattinata di oggi, 23 marzo 2017, a Roma, presso la Direzione Generale dell’ENAC, si è svolta una riunione del CISA, il Comitato Interministeriale per la Sicurezza (security) dei Trasporti Aerei e degli Aeroporti, presieduta dal direttore generale dell’ENAC Alessio Quaranta. L’incontro odierno è stato convocato, in forma ristretta e urgente, dall’ENAC per un’analisi delle recenti disposizioni di Stati Uniti e Gran Bretagna, che vieteranno l’imbarco in cabina di dispositivi elettronici (tra cui tablet e personal computer) sugli aerei in partenza da una lista di Paesi e aeroporti da loro individuati. L’obiettivo della riunione, pertanto, è stato il confronto delle informazioni in possesso dei vari componenti del CISA, ai fini di un’eventuale valutazione di misure aggiuntive a quelle già in essere, da disporre anche in Italia. All’esito della riunione odierna e a seguito dell’analisi condivisa delle informazioni al momento disponibili, in linea con gli orientamenti attuali dell’Unione Europea, non sono emerse evidenze tali da rendere necessario un ulteriore innalzamento delle misure di sicurezza già in vigore per il trasporto aereo, né l’introduzione di nuove restrizioni per i passeggeri come quelle disposte...

  • dogane-palermo-ovuli

    Attività dell’Agenzia delle Dogane e della Guardia di Finanza a contrasto di violazioni e traffici illeciti

    0

    Come di consueto, pubblichiamo la sintesi delle più recenti attività a contrasto di violazioni e traffici illeciti, svolte in alcuni scali aeroportuali e presso i porti di Civitavecchia e Gioia Tauro, dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza. 14 febbraio 2017, Aeroporto di Bologna – Nuovi sequestri di valuta in uscita dallo Stato (foto) I funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Bologna, con l’ausilio dei militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza in servizio presso lo scalo felsineo, hanno scoperto un tentativo di illecita esportazione di valuta da parte di un cittadino nigeriano, residente a Verona, in partenza per la Nigeria. Ad una prima verifica, il passeggero è stato trovato con 18.000 euro occultati nel bagaglio a mano. I funzionari doganali, insospettiti da precedenti specifici riscontrati a carico del soggetto, hanno deciso di ispezionare il suo bagaglio imbarcato, all’interno del quale sono stati rinvenuti altri 296.540 euro non dichiarati. Secondo quanto previsto dalla normativa in materia valutaria, che stabilisce l’obbligatorietà della dichiarazione doganale per i trasferimenti di denaro contante pari o superiori a 10.000 euro, si è proceduto al sequestro del 50% dell’eccedenza, per un importo pari a 152.270 euro....

  • GDF Allievi 472px 13420_gdf foto

    Pubblicato il bando di concorso per il reclutamento nella Guardia di Finanza

    0

    Cinquantacinque allievi ufficiali nel ruolo normale della Guardia di Finanza La Gazzetta Ufficiale n. 9 – 4^ Serie Speciale – del 03/02/2017, pubblica il bando di concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento nella Guardia di Finanza di 55 allievi ufficiali – ruolo normale. Il concorso è riservato ai cittadini italiani di età compresa fra i 17 e 22 anni ed in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado (o in grado di conseguirlo entro il corrente anno scolastico). La domanda di partecipazione dovrà essere compilata esclusivamente mediante procedura informatica disponibile sul sito www.gdf.gov.it – area “concorsi online”, entro il giorno 06/03/2017.  In caso di avaria temporanea del sistema informatico, verificatasi nell’ultimo giorno utile per la presentazione della domanda di partecipazione e accertata dall’Amministrazione, sarà considerata comunque valida l’istanza presentata utilizzando il modello in allegato 1, firmata per esteso e inviata a mezzo casella PEC con le modalità di cui al comma 3, lettera b). (Fonte: Ufficio Stampa Comando Provinciale di Reggio Emilia, 10 febbraio 2017) (EdP-mb)

  • gdf 13327_472 ProvRm04feb2017

    Guardia di Finanza: operazione “Opium” all’aeroporto di Fiumicino

    0

    Arrestati dodici narcotrafficanti e sequestrati oltre 32 kg. di eroina “brown sugar” al Leonardo Da Vinci I Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, in collaborazione con il personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nell’ambito dell’operazione “OPIUM”, hanno inferto durissimi colpi alle organizzazioni criminali del narcotraffico nel corso dei controlli eseguiti a contrasto del traffico internazionale di sostanze stupefacenti presso l’aeroporto di Fiumicino. Le Fiamme Gialle del Gruppo Fiumicino hanno arrestato, in diversi interventi, dodici narcotrafficanti e sequestrato ben 32 i chilogrammi di eroina, un vero e proprio fiume di droga destinato al mercato della Capitale. I risultati conseguiti sono il frutto dell’avvio, da parte dei finanzieri, di un attento monitoraggio delle liste dei passeggeri provenienti dal continente asiatico ed africano, che ha portato alla predisposizione di un mirato dispositivo di contrasto supportato anche dall’impiego delle unità cinofile antidroga a disposizione. Negli ultimi anni, come confermato da diversi dati statistici, si è registrato un forte ritorno nel nostro territorio dell’eroina che, a causa della sovrapproduzione di oppio nei luoghi di origine (Afghanistan, Thailandia e Vietnam), ha subito un crollo dei prezzi delle dosi e, grazie alla “maggiore convenienza”, ha visto aumentare in maniera preoccupante il suo consumo, soprattutto tra gli...

Scroll To Top