Oggi:

  • Un Canadair della Protezione Civile in azione (foto Protezione Civile)

    Incendi boschivi: oggi 8 richieste di intervento aereo

    0

    Nella giornata di oggi, 19 agosto 2016, i mezzi della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile, sono stati impegnati nelle operazioni di spegnimento degli incendi boschivi per cui si è reso indispensabile l’intervento dei mezzi aerei in supporto delle operazioni svolte dalle squadre a terra. Al momento (ore 18:30, ndr), sono 8 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento, di cui 3 sia dalla Calabria che dalla Sicilia, una ciascuna dal Lazio e dalla Sardegna. Il lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei – 10 Canadair dei Vigili del Fuoco e un elicottero S64 del Corpo Forestale dello Stato – ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, quattro roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza. Dopo aver operato nei giorni scorsi in Portogallo, interessato da numerosi e vasti incendi, è rientrato ieri sera in Italia il Canadair CL 415 del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, attivato nell’ambito del progetto europeo “Better Use of Forest Fire Extinguishing Resources by Italy” e coordinato dal Dipartimento della protezione civile. Il velivolo, che precedentemente era...

  • Il Capo Dipartimento della Protezione Civile, ing. Fabrizio Curcio (foto di repertorio Protezione Civile)

    Il capo della Protezione Civile Curcio all’esercitazione “Odescalchi 2016”

    0

    Da oggi, fino al 22 giugno, si svolgerà un test di cooperazione italo-svizzera per situazioni di emergenza.  «Esercitazioni come questa servono per verificare le procedure esistenti, per testare le comunicazioni, per fare emergere le criticità del sistema e, in tempo di tregua, riallineare la capacità operativa ai cambiamenti costanti e alle richieste crescenti, e mutevoli, della società»; sono alcuni dei principali obiettivi dell’Esercitazione “Odescalchi 2016” che il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, ha sottolineato oggi, prima giornata di test, al Centro Cooperazione di Polizia e Doganale di Ponte Chiasso, in occasione della firma del protocollo di intervento per le emergenze di protezione civile di carattere transfrontaliero, siglato dal Prefetto di Como, Bruno Corda, e dal Consigliere di Stato del Canton Ticino, Norman Gobbi. È partita, infatti, questa notte, con la simulazione di deragliamento di un treno passeggeri all’interno della galleria Monte Olimpino 2 nei pressi di Como, “Odescalchi 2016”, l’esercitazione italo-svizzera di protezione civile che consentirà nel corso di quattro giorni di testare le procedure di intervento e le funzionalità delle strutture di coordinamento in una emergenza transfrontaliera. Sono diversi gli scenari operativi, sia in territorio svizzero sia italiano, che stanno impegnando in queste ore gli operatori, civili...

  • Un Canadair della Protezione Civile in azione (foto Protezione Civile)

    Progetto Buffer-IT: primo corso di formazione per responsabili europei nella lotta agli incendi boschivi

    0

    Ha avuto inizio oggi a Lamezia Terme presso il Centro Regionale di formazione dei Vigili del Fuoco della Direzione Regionale Calabria Dal 23 al 27 maggio 2016, Lamezia Terme ospita presso il Centro Regionale di formazione dei Vigili del Fuoco della Direzione Regionale Calabria – il “primo corso di formazione sulle operazioni antincendio boschivo“, organizzato per trentatre manager europei e ufficiali di collegamento appartenenti agli Stati partecipanti al Meccanismo Unionale di protezione civile. Il corso fa parte delle attività svolte nell’ambito di “Buffer – IT” (Better Use of ForestFire Extinguishing Resources by Italy), progetto che ha come obiettivo garantire il rapido dispiegamento di un Canadair CL 415, in caso di necessità, nel periodo dal 15 giugno al 15 settembre 2016.  Le buffer capacities sono il nuovo “braccio operativo” (previsto dalla decisione n. 1313/2013/UE) adottato dal nuovo Meccanismo Unionale di protezione civile, in vigore dal 1° gennaio 2014. Il Progetto Buffer – IT, cofinanziato dalla Commissione europea,  è coordinato dal Dipartimento della Protezione Civile e ha come partner il Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile che, unitamente al Corpo Forestale dello Stato e all’Inaer Aviation Italia S.P.A., saranno impegnati in questo primo appuntamento formativo con...

  • Dogane 20_03 1 copia

    Agenzia delle Dogane: recenti attività a contrasto di violazioni e traffici illeciti in ambito aeroportuale

    0

    Pubblichiamo, come di consueto, la sintesi delle più recenti attività a contrasto di violazioni e traffici illeciti, svolte in alcuni scali aerei nazionali dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, in collaborazione con la Guardia di Finanza e il Corpo Forestale dello Stato. 18 marzo 2016 – Aeroporto di Milano Malpensa. Sequestro di cocaina Nell’ambito dei controlli finalizzati alla repressione dei traffici illeciti di sostanze stupefacenti, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Malpensa hanno sequestrato, in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza, 1,3 kg di cocaina. La sostanza stupefacente era nascosta in due barattoli di latta contenuti nella valigia di un passeggero di nazionalità brasiliana, residente in Italia, giunto allo scalo di Malpensa con un volo proveniente da Lisbona (Portogallo). Il trasgressore è stato arrestato e denunciato alla competente Procura della Repubblica. 18 marzo 2016 – Aeroporto di Bari.  Sequestro di rettile  imbalsamato I funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Bari, nell’ambito delle attività di contrasto alle attività illecite, hanno sequestrato, in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza e del Nucleo Operativo Cites del Corpo Forestale dello Stato, un esemplare imbalsamato di Varano del deserto (Varanus Griseus). Il rettile, classificato come specie protetta dalla Convenzione di...

  • 01_foto copia

    Grifone 2015. Obiettivo comune, salvare vite umane

    0

    Si è conclusa l’esercitazione internazionale sul soccorso aereo “Grifone 2015”. 53 ore di volo, otto elicotteri, due velivoli, dieci tra Amministrazioni ed Enti dello Stato partecipanti: questi i numeri con cui si chiude l’esercitazione internazionale sul soccorso aereo organizzata dall’Aeronautica Militare “Grifone 2015” Aeronautica Militare, Esercito Italiano, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, Polizia di Stato, Protezione Civile Regionale, Corpo Ausiliario delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana, Centro Coordinamento SUEM 118, Sovrano Militare Ordine di Malta e Associazioni Volontariato Protezione Civile, dal 21 al 25 settembre si sono addestrati insieme sui Monti della Sila, in Calabria, confrontandosi e imparando a lavorare come una sola squadra per operare insieme con successo in casi di emergenza. Scopo principale dell’esercitazione è stato per l’Aeronautica Militare quello di addestrarsi alla pianificazione, direzione, condotta e supporto, da zona isolata di operazioni “complesse e sostenute”, di ricerca e soccorso di sopravvissuti a sinistri aerei su terra operando congiuntamente al personale dei reparti di volo italiani e stranieri del soccorso aereo, dei centri di coordinamento e delle squadre di terra per la ricerca e soccorso, sia di giorno che di notte, favorendo...

  • Vigili del fuoco-incendio-bosco (Dire)472x

    Più incendi, meno vigili. La denuncia del Conapo

    0

    Il principale sindacato dei Vigili del Fuoco, il Conapo, ha denunciato che a fronte di un aumento del 120% degli incendi boschivi in questa estate 2015, c’è una preoccupante carenza nell’organico: circa 3.854 uomini in meno, ossia il 12% su un totale di 32.734 unità che compongono il personale operativo. E’ il segretario stesso, Antonio Brizzi, a farsi portavoce di questa situazione, che si aggraverà allorché lo Stato affiderà loro “anche i compiti di lotta agli incendi del Corpo Forestale dello Stato”, abolito con la recente riforma della pubblica amministrazione. Per Brizzi: «di sprechi da tagliare nella cosa pubblica ce ne sono tanti, ma non sono certo tra il personale dei Vigili del Fuoco, tra chi porta sicurezza. Le richieste di intervento infatti sono in continuo aumento, mentre anche l’età media del personale non è incoraggiante, ormai vicina ai 50 anni.» L’unica soluzione, secondo il sindacalista: «è sbloccare il turnover dei Vigili del Fuoco e delle forze di polizia già a partire dalla prossima legge di stabilità». (fonte: Agenzia Dire – www.dire.it, 17 agosto 2015) (EdP-mb)

  • (foto Archivio Dire)

    Frane a San Vito di Cadore, la Forestale usa i droni dell’Università di Bologna per il monitoraggio

    0

    Il Corpo Forestale dello Stato e l’Università di Bologna insieme per la sicurezza E’ accaduto questo nel capoluogo emiliano, dove tre ricercatori hanno impiegato alcuni droni dell’ateneo bolognese col supporto dei Forestali, per monitorare la zona di San Vito di Cadore (BL). Il volo di ricognizione nella zona circostante il Rio Secco dove, negli ultimi due giorni, varie frane hanno causato 3 morti tra cui una ragazzina di 14 anni, servirà a produrre dati tecnici con fototelemetria. Da questi sarà possibile rilevare lo stato preciso della situazione e valutare le masse movimentate in modo completo, così da poter fornire una base per i futuri interventi di sistemazione e messa in sicurezza. (fonte: Agenzia Dire – www.dire.it) 6 agosto 2015 (EdP-mb)

  • DSC_0115

    Conclusa in provincia di Parma l’esercitazione interforze di ricerca e soccorso “SATER1-15″

    0

      Il 29 aprile 2015 si e’ svolta nel parmense, con base sull’aviosuperfice di Rubbiano di Solignano, l’esercitazione interforze “SATER1-15″, con la partecipazione di numerosi operatori del C.N.S.A.S (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico)  e l’impiego di elicotteri dell’Aviazione dell’Esercito, Corpo Forestale dello Stato, Aeronautica Militare e Polizia di Stato. La SATER è un’attività che raggruppa tre esercitazioni di Ricerca e Soccorso, organizzate dall’Aeronautica Militare in coordinamento con il C.N.S.A.S.,  che si svolgono prevalentemente in ambiente montano con lo scopo di addestrare in ambiente diurno e notturno il personale del Comando Operazioni Aeree (COA), dei reparti di volo e degli enti di supporto logistico alla pianificazione, direzione, condotta e funzione supporto di operazioni SAR multinazionali interfoze interagenti, a favore di equipaggi vittime di incidente aereo in ambiente montano. Nel corso dell’esercitazione le squadre dei tecnici del Soccorso Alpino provenienti dalle provincie di Parma, Piacenza e Reggio Emilia, tra le cui fila erano presenti anche sanitari e unità cinofile da ricerca, insieme al personale del Corpo Forestale dello Stato, hanno simulato una ricerca di due escursionisti dispersi sulle pendici del Monte S.Antonio nel comune di Solignano. Il campo valtarese si e’ quindi trasformato nel quartier generale delle operazioni di soccorso dove...

  • La sostanza stupefacente sequestrata (foto Uff. Dogane)

    Ingente sequestro di Khat effettuato dall’Agenzia delle Dogane di Malpensa

    0

    Oltre alla sostanza stupefacente, sequestrato anche materiale protetto dalla Convenzione di Washinghton Brillanti operazioni svolte  dall’Agenzia delle Dogane dell’Aeroporto di Milano – Malpensa, in collaborazione con la Guardia di Finanza e con il Corpo Forestale dello Stato. Il 30 marzo scorso, nell’ambito dei controlli finalizzati alla repressione dei traffici illeciti di sostanze stupefacenti, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Malpensa, in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza, hanno sequestrato kg. 38,60 di khat. La sostanza stupefacente era occultata in involucri di plastica rinvenuti all’interno di due bagagli di proprietà di una passeggera di nazionalità etiope, residente in Italia, proveniente da Addis Abeba (Etiopia). La competente Procura della Repubblica ha disposto, per la predetta passeggera, la misura cautelare degli arresti domiciliari. Nella stessa giornata i funzionari dell’Ufficio Dogane di Malpensa, in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato, hanno sequestrato due corna di rinoceronte, protette dalla Convenzione di Washington, prive della necessaria autorizzazione all’esportazione. I beni, di cui uno tagliato in due parti, sono stati rinvenuti all’interno del bagaglio da stiva di un passeggero di nazionalità cinese, in partenza dallo scalo milanese con destinazione Pu Dong (Cina), occultate all’interno di due statue in legno raffiguranti un Buddha. La merce...

Scroll To Top