Oggi:

  • Un Canadair della Protezione Civile in azione (foto Protezione Civile)

    Ancora incendi per i Canadair e gli elicotteri della flotta aerea dello Stato

    0

    E’ stata una nuova giornata senza tregua quella di oggi per gli equipaggi di Canadair ed elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile: alle 19:00 di questa sera erano 44 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento: 10 dalla Sicilia, 9 dalla Campania, 5 rispettivamente dal Lazio e dalla Basilicata, 3 rispettivamente dall’Umbria, dall’Abruzzo e dalla Puglia, 2 rispettivamente dalla Calabria e dal Molise, una rispettivamente dalla Sardegna e dalla Toscana. Rispetto al 10 luglio degli ultimi 5 anni, la giornata odierna rappresenta quella con il maggior numero di richieste: nello stesso giorno del 2016 erano state 5, 6 nel 2015, 5 nel 2014, una nel 2013, 19 nel 2012. Anche oggi, gli equipaggi sono stati impegnati dalle prime luci del giorno nelle operazioni di spegnimento dei tanti incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto della flotta area di Stato alle operazioni svolte dalle squadre a terra. Al momento le attività dei mezzi aerei impegnati – 14 Canadair e 3 elicotteri del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, ai quali si aggiungono 3 elicotteri della Difesa – è concentrata sulle situazioni più critiche in Campania,...

  • Due Canadair dei Vigili del Fuoco (foto Vigili del Fuoco)

    Incendi boschivi: il 7 luglio 23 richieste d’intervento aereo

    0

    Prosegue senza sosta l’impegno dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile: anche ieri, 7 luglio, gli equipaggi sono stati impegnati dalle prime luci del giorno nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra. Alle ore 18.30 di ieri, erano 23 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento: 7 dal Lazio, 6 dalla Campania, 4 dalla Sicilia, 3 dalla Puglia, una rispettivamente da Marche, Calabria e Basilicata L’intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei – 14 Canadair e 6 elicotteri del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco – ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 8 roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza. Come noto la maggior parte degli incendi boschivi è causata da comportamenti superficiali o, spesso, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente al numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco 115 o, dove attivato, al numero unico di...

  • Protezione Civile_MG_5539_d0

    Incendi boschivi: oggi 21 richieste d’intervento aereo

    0

    Aggiornamento alle ore 18.30 del 6 luglio 2017 Continua l’impegno dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile: anche oggi, gli equipaggi sono stati impegnati dalle prime luci del giorno nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra. Alle 18.30 di oggi, sono 21 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento: 7 dal Lazio, 5 dalla Campania, 3 dalla Calabria, 2 dalla Sicilia, una rispettivamente da Liguria, Toscana, Umbria e Basilicata. L’intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei – 14 Canadair e 4 elicotteri del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco – ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 6 roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza. È utile infine ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da comportamenti superficiali o, spesso, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente al numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco 115...

  • Due Canadair dei Vigili del Fuoco (foto Vigili del Fuoco)

    Incendi boschivi: ieri, martedì 4 luglio, 18 richieste d’intervento aereo

    0

    Prosegue senza sosta l’impegno dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile: anche oggi, gli equipaggi sono stati impegnati dalle prime luci del giorno nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra. Alle ore 18:50 di ieri erano 18 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento: 5 dalla Sicilia, 3 dalla Puglia, 3 dalla Campania, 2 dalla Basilicata, 2 dal Lazio, 2 dalla Toscana e una dalla Calabria. L’intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei – 12 Canadair del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e 3 elicotteri – ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, 9 roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza. È utile infine ricordare che la maggior parte degli incendi boschivi è causata da comportamenti superficiali o, spesso, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente al numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco 115 o, dove attivato,...

  • Un Canadair della Protezione Civile (foto Protezione.civile.gov)

    Protezione Civile: oggi 21 richieste d’intervento aereo per incendi boschivi. Curcio: “tenere molto alta l’attenzione”

    0

    L’esertazione del capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio alla popolazione «Invito ancora una volta tutti a tenere molto alta l’attenzione sul rischio incendi boschivi». Lo ha detto il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, commentando i dati degli interventi della flotta aerea dello Stato, impegnata oggi, ininterrottamente, fin dalle prime ore, nelle operazioni di contrasto ai numerosi incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra. Alle 18.30 di oggi, 27 giugno, sono 21 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento, di cui 8 dalla Sicilia, 5 dal Lazio, 3 dalla Campania, 2 rispettivamente dalla Puglia e dalla Calabria e una dalla Sardegna. «Dopo le sollecitazioni delle settimane e dei mesi scorsi, torno a ribadire ancora oggi, quando dalla Regione Siciliana è giunto il 40% delle richieste, l’assoluta esigenza che a livello regionale ci si doti presto di una propria flotta perché la battaglia contro il fuoco si può tentare di vincere se c’è una pronta e tempestiva risposta dal territorio» ha aggiunto l’ingegner Curcio. L’intenso lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei – 10 Canadair e due elicotteri del Corpo Nazionale...

  • Un Canadair della Protezione Civile in azione (foto Protezione Civile)

    Incendi boschivi: già ieri 13 giugno quindici richieste d’intervento aereo

    0

    Il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio: «…tenere alta l’attenzione sul rischio incendi» – La maggior parte degli incendi boschivi è causata da mano umana, a causa di comportamenti superficiali o spesso dolosi “Ribadisco a tutti quanti l’invito, fatto da ultimo lo scorso 18 maggio nel corso di una riunione plenaria, a tenere alta l’attenzione sul rischio incendi boschivi“, ha detto il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio. (nella foto di repertorio Protezione Civile). “Oggi si sta rivelando una giornata particolarmente impegnativa su questo fronte. Siamo solo al 13 giugno e, oltre a condannare chi, per colpa o dolo, favorisce l’innesco degli incendi, ribadisco che se vogliamo combattere adeguatamente questa piaga nei prossimi mesi lo dobbiamo fare tutti insieme, ognuno mettendo in campo il massimo delle risorse e delle competenze a disposizione“. A due giorni dall’avvio ufficiale della campagna estiva antincendi boschivi – prevista per domani 15 giugno -, è già intensa l’attività dei mezzi della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile. Sono state, finora, quindici le richieste di concorso in supporto delle operazioni svolte dalle squadre a terra giunte dalle Regioni al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento: quasi la metà, 7...

  • Un Canadair della Protezione Civile in azione (foto Protezione Civile)

    Incendi boschivi: oggi 8 richieste di intervento aereo

    0

    Nella giornata di oggi, 19 agosto 2016, i mezzi della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile, sono stati impegnati nelle operazioni di spegnimento degli incendi boschivi per cui si è reso indispensabile l’intervento dei mezzi aerei in supporto delle operazioni svolte dalle squadre a terra. Al momento (ore 18:30, ndr), sono 8 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento, di cui 3 sia dalla Calabria che dalla Sicilia, una ciascuna dal Lazio e dalla Sardegna. Il lavoro svolto dai piloti dei mezzi aerei – 10 Canadair dei Vigili del Fuoco e un elicottero S64 del Corpo Forestale dello Stato – ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, finora, quattro roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno di operare in sicurezza. Dopo aver operato nei giorni scorsi in Portogallo, interessato da numerosi e vasti incendi, è rientrato ieri sera in Italia il Canadair CL 415 del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, attivato nell’ambito del progetto europeo “Better Use of Forest Fire Extinguishing Resources by Italy” e coordinato dal Dipartimento della protezione civile. Il velivolo, che precedentemente era...

  • Un Canadair della Protezione Civile in azione (foto Protezione Civile)

    Protezione civile: il capo Dipartimento Curcio risponde al presidente della Regione Ligura Toti su schieramento Canadair

    0

    Grazie alla flessibilità del sistema, il Dipartimento è in grado di rimodulare in tempo reale lo schieramento dei mezzi a disposizione in funzione delle esigenze Il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio (a sinistra,  nella foto Protezione Civile), ha risposto al presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, in merito alla richiesta di dislocazione permanente di un secondo canadair sul territorio ligure per la campagna estiva antincendio boschivo: nella nota, assicura «il massimo impegno per concorrere adeguatamente a quanto il sistema regionale della Liguria, anche quest’anno, sarà capace di mettere in campo per fronteggiare gli incendi boschivi», dettagliando le ragioni per cui, allo stato attuale, non è possibile aderire a tale richiesta. Il Dipartimento della Protezione Civile coordina ogni giorno, attraverso il Centro Operativo Aereo Unificato (COAU), il concorso della flotta aerea dello Stato alla lotta attiva agli incendi boschivi sull’intero territorio nazionale, con l’obiettivo di sostenere l’impegno delle squadre a terra e dei velivoli regionali negli interventi più complessi, che mettono a repentaglio vite umane, centri abitati e ambiente. In base al principio di sussidiarietà deve garantire, con un numero limitato di velivoli, il supporto a tutte le Regioni d’Italia: per fare questo, è necessario ottimizzare la dislocazione di...

  • Un Canadair della Protezione Civile in azione (foto Protezione Civile)

    Incendi boschivi: proseguono senza sosta le richieste d’intervento aereo alla Protezione Civile

    0

    Anche negli ultimi giorni i mezzi della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile, sono stati impegnati ininterrottamente nelle operazioni di spegnimento di numerosi incendi boschivi, per cui si è reso indispensabile l’intervento dei mezzi aerei in supporto alle operazioni svolte dalle squadre a terra. Il 7 agosto sono state registrate 22 richieste di concorso giunte dalle Regioni al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento; il Lazio è la regione con il maggior numero di richieste, 12, seguita dalla Campania con 4, dall’Abruzzo con 3 , 2 dalla Calabria e una dalla Sicilia. Il 6 agosto 2015, fin dalle prime luci del giorno i mezzi della flotta aerea dello Stato coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile, sono stati impegnati senza sosta nelle operazioni di spegnimento, con un totale di 19 richieste di concorso giunte dalle Regioni, di cui 7 dal Lazio, 3 ciascuna da Campania, Abruzzo e Liguria, 2 dalla Sicilia e una dalla Basilicata. Il 5 agosto 2015, i mezzi della flotta aerea della Protezione Civile sono stati impegnati in 20 richieste di concorso giunte al COAU, di cui 8 dalla Campania, 5 dal Lazio, 2 da Basilicata, Abruzzo e Liguria e 1 dalla Sardegna....

  • Un Canadair della Protezione Civile (foto Protezione.civile.gov)

    Incendi boschivi: da inizio campagna a oggi 418 richieste di intervento dalle Regioni

    0

    Numeri in netta crescita rispetto alle estati 2013 e 2014 Sono state 418 le richieste fatte dalle regioni al Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile dall’inizio della campagna estiva antincendio boschivo a ieri, venerdì 31 luglio. Numeri in deciso aumento rispetto ai dati registrati, nello stesso periodo, negli ultimi due anni: 116, infatti, erano le richieste arrivate nel 2013 dalle Regioni per dare supporto alle squadre e ai velivoli antincendio locali da parte dei mezzi della flotta aerea dello Stato, 176 nel 2014. Ancor più significativo è il dato riferito alle singole Regioni, dove la crescita degli interventi è maggiormente evidente. In Campania, ad esempio, si è passati dalle 5 richieste del 2013 e l’unica richiesta del 2014 a ben 90 richieste nella stagione in corso; nel Lazio le richieste sono state 73, a fronte rispettivamente di 3 e 2 negli ultimi due anni; Abruzzo e Basilicata hanno visto le richieste passare rispettivamente dalle 3 e 7 del 2013 alle 28 e 42 di quest’anno, passando per un’unica richiesta per ciascuna nel 2014. Numerose anche le richieste pervenute dalla Sicilia, 69, pure in calo in confronto al picco di 142 fatte registrare lo scorso anno quando,...

Scroll To Top