Oggi:

  • Faro_del_Monte_Serra 472Wikimed. comm Daniele Napolitano

    40 anni dalla tragedia del Monte Serra: Marina e Aeronautica unite nel ricordo

    0

    Giovedì 3 marzo 1977, alle ore 15:05, decollava dall’aeroporto di Pisa “Vega 10”, un C-130 della 46ª Aerobrigata con a bordo 38 allievi della prima classe dei corsi normali dell’Accademia Navale di Livorno per un volo di ambientamento, con l’ufficiale accompagnatore Emilio Attramini e cinque membri dell’equipaggio. Per cause ancora sconosciute, pochi minuti dopo il decollo, l’aereo impattava sulle pendici del Monte Serra: non ci furono superstiti. Lo stesso anno, a bordo della Nave scuola Amerigo Vespucci, gli allievi della prima classe sopravvissuti a questa tragedia scelsero come nome “Invicti”: mai vinti e mai divisi. Venerdì 3 marzo 2017, esattamente quarant’anni dopo, il ricordo è ancora vivo ed indelebile. Per questa ricorrenza particolarmente sentita ed emozionante, le tradizionali commemorazioni hanno visto quest’anno la presenza del capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di Squadra Valter Girardelli, al fianco delle autorità civili, religiose e militari. Particolarmente toccante la Santa Messa nella chiesa parrocchiale di Calci, gremita di familiari delle vittime – guidati dal presidente dell’Associazione Caduti del Monte Serra, Nicolo’ Tomatis – di appartenenti al Corso Invicti e di rappresentanze delle associazioni combattentistiche e d’Arma. Il momento più solenne è stato rappresentato la deposizione delle corone di alloro presso il Sacrario-Faro,...

  • copia-di-cti9jaow8aamw0m

    Marina Militare: conclusa l’esercitazione anfibia Emerald Move 2016

    0

    Si è conclusa oggi l’esercitazione Ermerald Move 2016 (ERMO 16) svoltasi nel mar Tirreno centrale e presso il poligono di Capo Teulada dal 3 al 14 ottobre. Un evento addestrativo internazionale a cui hanno partecipato le Marine delle Nazioni che aderiscono alla European Amphibious Initiative (EAI), sotto il coordinamento della Marina Militare Italiana, con un dispiegamento di oltre 3000 uomini e donne impegnati a bordo delle unità navali ed a terra. L’Italia ha partecipato con la portaerei Cavour, sede di comando e controllo della costituita forza anfibia, la FREMM Carabiniere, la nave anfibia San Giorgio,  il sommergibile Venuti, 400 fucilieri della Brigata Marina San Marco e 71 lagunari del Reggimento Lagunari Serenissima di Venezia. La Francia ha preso parte con la LHD FS Mistral e 200 marines, l’Olanda con la LPD HNLMS Rottherdam e 117 marines, la Spagna con la LHD SPS Juan Carlos I,  la FFG SPS Numancia e 400 marines, la Turchia con la LST Osmangazi e 80 marines,  il Regno Unito con 28 marines, il Portogallo con 90 marines, il Belgio con 121 marines e Finlandia e Svezia con uomini di staff. L’evento addestrativo è stato arricchito inoltre dalla presenza di una componente aerea composta da 9 velivoli...

Scroll To Top