Oggi:

  • qatar-472-qtr-max8_doha_960x639

    Golfo Persico, quattro paesi dicono addio al Qatar: rotte le relazioni

    0

    Il Qatar è accusato di sostenere il terrorismo. Per questo quattro Paesi del Golfo Persico hanno deciso di interrompere le relazioni. Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi e Bahrein hanno infatti  annunciato il ritiro del loro personale diplomatico. Non solo. Le quattro nazioni arabe hanno annunciato anche di voler interrompere il traffico aereo e marittimo verso il Paese peninsulare. “IL QATAR SOSTIENE I GRUPPI ISLAMICI” La decisione dei quattro Stati arabi approfondisce ulteriormente la divisione tra i Paesi del Golfo per il presunto sostegno del Qatar ai gruppi islamici. Il Bahrein accusa il Qatar per “l’incitamento dei media, il sostegno alle attività terroristiche armate e i finanziamenti legati a gruppi iraniani per sabotare e diffondere il caos in Bahrein”. IL QATAR SOSPENDE I VOLI VERSO L’ARABIA SAUDITA La Qatar Airways ha deciso di sospendere tutti i voli verso l’Arabia Saudita  in risposta alla decisione di Riad – seguita da Egitto, Emirati Arabi Uniti e Bahrein – di interrompere le relazioni diplomatiche con Doha poiché accusata di sostenere i gruppi armati iraniani. La compagnia di bandiera lo ha annunciato attraverso il suo portale web. Solo il 15 maggio scorso era stata inaugurata la nona destinazione verso il Regno saudita, prevedendo tre voli settimanali...

  • bignami-300x200

    Spazio, morto l’astrofisico Giovanni Bignami

    0

    Roma, 25 maggio 2017 – È morto Giovanni Bignami (nella foto Agenzia Dire). Astrofisico di fama mondiale, già presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e dell’Istituto nazionale di Astrofisica (Inaf), si è spento a Madrid per un malore. Aveva 73 anni. A dare l’annuncio il presidente dell’Asi Roberto Battiston durante un convegno dedicato alla Space Economy. BATTISTON (ASI): “CI MANCHERA’ MOLTISSIMO” “L’improvvisa scomparsa di Nanni è una perdita grandissima per la comunità scientifica dell’ astrofisica spaziale.  Tantissimi sono stati i suoi contributi al dibattito scientifico, culturale e politico, in Italia e nel mondo. Non riesco a crederci, per me Nanni era una delle più autorevoli personalità scientifiche dei nostro tempo. Nanni ci manca e ci mancherà tantissimo”, ha detto il presidente dell’Asi Battiston. INGUSCIO (CNR): “PROFONDO CORDOGLIO” “Ci ha lasciati Giovanni Bignami, amico e collega, grande astrofisico, presidente della Agenzia spaziale italiana e dell’Istituto nazionale di astrofisica”, ha detto il presidente del CNR Massimo Inguscio.  “Abbiamo perso una figura importante nel panorama scientifico italiano e internazionale. Uno stimato scienziato e divulgatore che aveva chiara l’importanza di una diffusa conoscenza scientifica. Vorrei esprimere il più profondo cordoglio da parte mia e di tutto il Cnr che ben conosceva, avendoci anche lavorato come ricercatore...

  • cineca_fedeli-300x225

    Cineca accende supercomputer, Fedeli: “Orgoglio italiano” (Agenzia Dire)

    0

    Bologna – Il nuovo supercomputer Marconi e un nuovo edificio polifunzionale ad alta sostenibilità ambientale: doppio taglio del nastro a Casalecchio di Reno, alle porte di Bologna, per il Consorzio interuniversitario di calcolo Cineca. Una realtà che rappresenta “un’infrastruttura di assoluta eccellenza anche a livello internazionale”, sottolinea la ministra dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, che ha partecipato oggi pomeriggio (l’8 maggio scorso, ndr) alla cerimonia. Per quanto riguarda il supercalcolatore, si parla di un investimento complessivo di 50 milioni di euro suddiviso in due step: con il primo, quello inaugurato oggi, il Cineca si è dotato del 12esimo supercomputer più potente al mondo, il primo a livello italiano e della Comunità europea. Con la seconda fase, a partire dal 2019, il Marconi raggiungerà una capacità di calcolo più che doppia rispetto a quella attuale puntando così ai primi posti della top ten mondiale: potrà arrivare “tra i primi tre” supercalcolatori, afferma la ministra. Già il 12esimo posto, comunque, è “un traguardo notevolissimo”, aggiunge Fedeli: è un “grande orgoglio italiano” e un “modello per l’Italia”. Il Cineca si conferma così “un punto di riferimento per i servizi al sistema accademico nazionale”, sottolinea Fedeli: l’infrastruttura posizionata a Casalecchio rappresenta il “braccio tecnologico”...

  • Centro meteo Bo Dire 472px

    A Bologna arriva il super Centro meteo, l’accordo a giugno (Agenzia Dire)

    0

    E’ arrivato il verdetto. Bologna e l’Emilia-Romagna hanno vinto la sfida: sotto le Due torri arriverà il data center del Centro meteo europeo (Ecmwf), finora con sede a Reading in Inghilterra. La decisione è stata presa ieri dal consiglio dell’istituto e da qui a giugno verranno definiti gli aspetti tecnici dell’accordo di sede che ratificherà l’arrivo a Bologna della struttura. A dare l’annuncio è la Regione Emilia-Romagna, in una nota. Il capoluogo emiliano ha battuto la concorrenza delle inglesi Exeter e Slough (oltre a Reading), di Lussemburgo, della finlandese Espoo e dell’islandese Akureyri. Il progetto italiano ha vinto, spiega la Regione, perchè vengono messi a disposizione “servizi e infrastrutture logistiche di alto livello” nella sede del Tecnopolo di Bologna, dove prenderà casa il centro meteo, offrendo anche “rilevanti opportunità di sinergie tecnico-scientifiche” con gli altri centri di ricerca e non presenti sul territorio e nel resto del Paese. “E’ un risultato straordinario – commenta il governatore Stefano Bonaccini – che rende orgogliosa tutta la società regionale e rende concreto uno dei principali obiettivi che ci eravamo dati nel programma di mandato: fare dell’Emilia-Romagna la piattaforma europea per la ricerca e l’innovazione”. Per Bonaccini, “ancora una volta il fare sistema è...

  • Moon 1024px-FullMoon2010

    SpaceX, due turisti sulla Luna grazie ad Elon Musk (Agenzia Dire)

    0

    ROMA – I turisti sulla Luna. Finalmente il satellite della Terra potrebbe diventare una meta come qualsiasi altra. È questo l’ultimo progetto di Elon Musk da realizzare entro il 2018. Già pronti a partire due persone che copriranno le spese della “vacanza” e per cui hanno lasciato un deposito significativo. Il viaggio è fissato per la seconda metà del prossimo anno e durerà circa 643.000 chilometri, nella pratica una settimana. I due fortunati non atterreranno sul satellite della Terra, obiettivo raggiunto solo dalla Nasa e dai russi e ancora lontano per Musk e la sua SpaceX ma gireranno intorno alla Luna. Potranno anche vedere il suo lato oscuro. I due turisti, non essendo astronauti, dovranno comunque effettuare un periodo di allenamento. Si sono già conosciuti e inizieranno il training nei prossimi mesi. Turisti sulla Luna, a inizio 2018 i primi test Il primo test vero e proprio, però, verrà effettuato all’inizio del 2018, in collaborazione con la Nasa. All’inizio si effettuerà un primo lancio senza personale umano a bordo, diretto verso la Stazione Spaziale Internazionale. Poi ne seguirà, in primavera, un secondo con astronauti professionisti a bordo. Una volta rodata, la Crew Dragon sarà pronta per regalare ai due turisti...

  • terra dire.it

    Annuncio della Nasa: la Terra ha sette pianeti ‘gemelli’. E su tre potrebbe esserci vita (Dire.it)

    0

    Sette pianeti fratelli della Terra, che si trovano a una distanza di 39 anni luce dal nostro pianeta, in una fascia che dagli scienziati viene considerata di ‘abitabilità‘. Il che significa che potrebbe esserci vita, almeno su tre dei sette. E’ il clamoroso annuncio arrivato poco fa dalla Nasa in mondovisione: il sistema composto di sette pianeti che è stato individuato ruota attorno ad una stella che è stata battezzata Trappist-1. Tre di questi pianeti, per la loro distanza da questa stella, ospiterebbero in superficie acqua allo stato liquido: il che permetterebbe lo sviluppo di condizioni favorevoli alla vita. La scoperta è contenuta in una ricerca coordinata dall’Università di Liegi (in Belgio) pubblicata sulla rivista Nature e che la Nasa ha presentato con una conferenza stampa che ha scatenato l’interesse della comunità scientifica e non. Secondo il coordinatore della ricerca, Michael Gillon, si tratta di «…un sistema planetario eccezionale, non solo perché i suoi pianeti sono così numerosi, ma perché hanno tutti dimensioni sorprendentemente simili a quelle della Terra.» (Fonte: Agenzia DIRE – www.dire.it, 22 febbraio 2017) Foto: Agenzia Dire (EdP-mb)

  • Dubai taxi volanti

    Dubai, arrivano i taxi volanti senza pilota (Video Agenzia Dire)

    0

    ROMA – Taxi volanti senza pilota nei cieli di Dubai: l’appuntamento, dopo i test attorno al Burj Al Arab, il grattacielo dei record, è per luglio. A dare l’annuncio è stato in settimana Mattar Al Tayer, il direttore della locale autorità per le strade e i trasporti. I taxi sono droni a otto rotori prodotti in Cina. Modello Ehang 184, a propulsione elettrica, possono trasportare un passeggero che pesa fino a un quintale raggiungendo i 160 chilometri orari. Secondo l’emiro Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum, entro il 2o3o a Dubai i mezzi di trasporto senza pilota garantiranno un quarto degli spostamenti complessivi. di Vincenzo Giardina, giornalista professionista   (Fonte: Agenzia Dire – www.dire.it) (EdP-mb)

  • Il Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio

    Terremoto, Fabrizio Curcio: «In sei mesi eventi che nemmeno un film horror» (Agenzia Dire-video)

    0

    Roma, 6 febbraio 2017 – «Tra fine 2016 e inizio 2017 abbiamo avuto una serie di eventi che se si dovessero scrivere in un film dell’orrore sarebbe difficile descrivere in maniera così puntuale: quattro Regioni coinvolte e cinquantadue Comuni zona rossa sono una dimensione stratosferica che non viene percepita». Lo dice il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, partecipando alla presentazione del libro di Erasmo D’Angelis “Italiani con gli stivali” sulla storia del dipartimento di Protezione civile in Italia. Da agosto, aggiunge, «…è il sistema che è stato sotto stress, a iniziare dai cittadini che sono quelli prevalentemente colpiti. Questi sei mesi sono stati difficilissimi, più di cinquantamila scosse si sono susseguite dal 24 agosto. Quindi c’è una fatica importante in primo luogo da parte di chi la sta vivendo come cittadino, e poi sono coinvolte le istituzioni tutte ai vari livelli territoriale e nazionale». Fabrizio Curcio spiega che: «…ci sarà tempo per fare un’analisi delle cose che devono essere migliorate, però ricordiamoci – conclude – che ogni giorno si mettono in piedi dei sistemi che tendono un po’ a correggersi proprio perchè le azioni si stanno succedendo in maniera tale che non sempre inizi con quel programma e sei...

  • Aerop Marconi Varchi - foto Dire

    Aeroporto Bologna, controlli-lampo alla frontiera: basteranno 20 secondi (Agenzia Dire)

    0

    Il Marconi sarà il quarto scalo in Italia a introdurre varchi automatizzati Bologna, 31 gennaio 2017 – Diminuiscono i tempi di sbarco all’aeroporto Marconi di Bologna: i controlli di frontiera, annuncia lo scalo in una nota, dureranno “meno di 20 secondi” con una nuova tecnologia self-service installata in aeroporto. “Sono infatti attivi presso lo scalo  – prosegue la nota – e-Gate automatizzati (iBorders: BorderAutomation, Automated Border Control–ABCGates) che permettono ai passeggeri dell’Unione europea provvisti di passaporto biometrico di superare i controlli tramite la tecnologia di riconoscimento facciale  condivisa a livello mondiale. La nuova tecnologia consente il transito di più di 10.000 persone al giorno, riducendo i tempi d’attesa e ottimizzando il flusso di viaggiatori”. Sfruttando tecnologie di ultima generazione – conclude la nota – “…gli e-gate confermano che il passeggero è titolare del passaporto, riconoscono l’autenticità e la validità del documento e autorizzano l’ingresso del viaggiatore nel paese, permettendo il transito ai controlli senza intoppi. In aggiunta al riconoscimento facciale, può essere eseguito l’esame delle impronte digitali in caso di ulteriori esigenze di sicurezza”. Nazareno Ventola, amministratore delegato del Marconi, commenta così la novità: «Con oltre sette milioni di passeggeri, nel 2016 l’aeroporto di Bologna è stato lo scalo a...

  • trump-america-first-472x320

    Trump ferma l’immigrazione da sette paesi islamici, via alla corsa agli armamenti (Agenzia Dire)

    0

    Roma 28 gennaio 2017 – “Non li vogliamo qui“. Donald Trump passa ai fatti e firma due ordini esecutivi per chiudere i confini degli Stati Uniti d’America, bloccando il programma di accoglienza per i profughi e stoppando i permessi per i migranti provenienti da sette paesi islamici. Poi ribadisce: “Daremo precedenza ai rifugiati cristiani“. Fortemente voluto da Barack Obama, il programma per accogliere i profughi provenienti dalle guerre in Medio Oriente negli Stati Uniti è adesso sospeso per 90 giorni. Trascorsi i tre mesi, sarà data la precedenza ai rifugiati di “minoranze cristiane che scappano dalle persecuzioni”, ma il numero degli ingressi previsto sarà comunque ridotto ad oltre la metà di quanto inizialmente stabilito: non saranno infatti più di 50.000 mila i rifugiati che gli Stati Uniti accoglieranno nel 2017. “Non vogliamo qui terroristi islamici“, ripete il neoletto presidente Trump. “Vogliamo assicurarci che non stiamo facendo entrare nel nostro paese le minacce che i nostri soldati stanno combattendo. Ammetteremo soltanto chi supporterà gli Stati Uniti ed amerà profondamente la nostra gente”. Gli ordini esecutivi firmati da Trump prevedono lo stop a tempo indeterminato per l’ingresso dei rifugiati siriani, giudicato dal presidente “dannoso per gli interessi del Paese”. Per tamponare l’emergenza, il neopresidente eletto...

Scroll To Top